LiteCoin, il fratello sveglio di Bitcoin

Continua il nostro cammino alla scoperta delle principali criptovalute. In questo articolo parlerò di Litecoin. Quinta moneta per capitalizzazione e giro d’affari (fonte: https://coinmarketcap.com/).

Litecoin può essere considerato un’evoluzione di Bitcoin. Già quando nacque nel 2011 era stato pensato come una miglioria di Bitcoin dal punto di vista delle performance. Sviluppato da un ex dipendente di Google Charlie Lee, non introduce grosse novità a livello concettuale rispetto a Bitcoin se non migliorarne le performance. Litecoin si è “limitato” a rendere le transazioni più veloci ed economiche rispetto a Bitcoin. Mentre in Bitcoin viene minato un blocco ogni 10 minuti, con Litecoin questo avviene ogni 2,5 minuti. Rendendo di fatto le transazioni molto più veloci. Questo è possibile tra le altre cose grazie all’utilizzo fin da subito di Segregated Witness (SegWit) che arriverà in Bitcoin solo con il fork di Novembre (anni dopo rispetto a Litecoin). Altro punto di forza è l’abbattimento dei costi di transazione che sono dell’ordine di un paio di decine di volte più basse rispetto a Bitcoin.



Come Bitcoin anche i Litecoin saranno minati in numero finito, ma in quantità 4 volte superiori rispetto a Bitcoin, ovvero verranno minati un massimo di 84 Milioni di Litecoin.
Gli indirizzi Litecoin sono formati da stringhe di 33 caratteri (simile a Bitcoin) ma con la particolarità che iniziano tutti per L. Esistono portafogli più o meno ufficiali per tutti i sistemi operativi sia desktop che mobile.

Litecoin fin da subito ha avuto grossi riconoscimenti, tanto che già nel 2013 The econimist vedeva in Litecoin la più valida alternativa a Bitcoin. Proprio il 2013 è stanno l’anno d’oro di Litecoin che si attestava con crescite giornaliere anche del 100%. Oggi è una delle criptovalute più diffuse con una capitalizzazione di 3 milioni di dollari ed è accettato praticamente da tutti gli exchange. Insieme a Bitcoin ed Ethereum e la terza moneta accettata da Coinbase, l’exchange dei noefiti per eccellenza. Ha abbandonato le crescite del 100% come nei sui prima anni di vita, ma continua a crescere in maniera continua a costante. A mio avviso è una delle migliori alternative a Bitcoin, lasciando discorsi tecnici per valutazioni più pragmatiche, Litecoin risolve quelle che per l’utente medio sono i limiti più grossi di Bitcoin: la velocità e il costo delle transazioni stesse. Con Litecoin siamo nell’ordine di pochi centesimi di Euro e un paio di minuti di tempo per confermare una transazione.

Troppo simile a Bitcoin ma nello stesso tempo migliore, Litecoin si trova nella strana posizione di essere il fratello sveglio di Bitcoin. Tecnicamente è un passo avanti, anche se ad onor del vero negli ultimi anni Bitcoin sta cercando di colmare il gap, solo che l’ombra di Bitcoin è ancora troppo alta per permettere di capire che quello sveglio in famiglia è lui.


---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Ti è piaciuto questo o uno degli altri articoli? Puoi contribuire alla crescita del blog inviando un contributo in:

Bitcoin: 15PdPw4pTYadBKH4b1Fg7eRRR4QE9KWUhe
Ethereum: 0xc98c23fd3a612befedfe2b63d1560fe18a1f4829
Litecoin: LdFNmSeMmdPmbfRF4Axq3QEF13wjyN9wsU

Lascia un commento